Total (tax excl.): €0.00

Neon LED 12v: quale scegliere?

 

Neon LED 12v: quale scegliere?

 

Description:

Quando si parla di neon LED 12v, il mercato pullula di alternative. Da quando, appena qualche anno fa, ha fatto il suo esordio, questo prodotto ha saputo conquistarsi un posto nel cuore dei produttori di insegne di tutta Italia, riuscendo addirittura a a essere preso in considerazione come possibile alternativa al neon soffiato in alcuni progetti. In questo articolo cerchiamo di fare chiarezza sulle principali tipologie di strisce led flessibili, evidenziandone le principali caratteristiche.





LED neon flex: non sottovalutare il passo di taglio.

 

Sembra scontato, ma uno dei parametri principali da considerare da parte di un professionista per la scelta del neon flessibile più adatto alle proprie esigenze è proprio il passo di taglio, ovvero "ogni quanto" è possibile recedere un neon flessibile senza danneggiarlo o compromettere l'accensione di LED. Lo standard più diffuso è quello del taglio ogni 2,5cm per i prodotti a 12v e ogni 5cm per quelli a 24v. Esistono tuttavia dei nuovi LED neon flex 12v che consentono il sezionamento ogni cm! Trattandosi di una tecnologia più recente, le strip con passo 1cm tendono a essere un po più costose. Ma allora quali sono i vantaggi di una sezionabilità più fitta? Dipende dal progetto. Nel caso di soggetti specifici da riprodurre con il neon flessibile ad esempio, o di insegne con dimensioni vincolanti, avere una maggiore discrezione su dove poter tagliare il flex neon permette all'insegnista una progettazione semplificata e riduce il rischio di avere l'ultimo segmento non illuminato o di avere del tubo illuminato eccedente. Questa caratteristica diventa meno rilevante nel caso di applicazioni lineari, di grandi dimensioni o non vincolate nelle misure.




Neon LED flex 12v o Neon LED 24v?

 

Basta fare una rapida ricerca sui siti specializzati per accorgersi che il 12v non è l'unico standard quando si parla di strisce led flessibili, sono infatti molto comuni anche quelle a 24v. Quali sono le principali differenze tra le due tensioni di alimentazione? I neon LED a 24v sono mediamente più efficiente e consentono tirate più lunghe senza riduzione della luminosità dei LED, tuttavia presentano il grande svantaggio di avere un passo di taglio più ampio rispetto i flex neon 12v, tipicamente parliamo di 5cm anziché dei 2,5cm o addirittura 1cm del 12v.





Neon LED, occhio ai dati tecnici.

 

Non tutte le strisce a LED flessibili sono uguali! Prima di acquistare un prodotto per un progetto è sempre fondamentale prendere visione dei datasheet e della documentazione tecnica fornita per accertarsi che l'articolo sia in linea con le aspettative, alcuni dei parametri fondamentali sono la potenza (W/m), la densità di LED (n. LED/m), la luminosità (lm/m), il passo di taglio, il colore, il coefficiente di resa cromatica (CRI) e il grado di protezione IP.





Neon soffiato: la fine di un'era?

Certamente i neon LED flex 12v e 24v rappresentano un prodotto molto appetibile e che può essere comodamente utilizzato in alternativa al neon soffiato: sono facili da lavorare, funzionano in bassa tensione, sono resistenti e duraturi e si prestano bene ad applicazioni sia indoor che outdoor. Tuttavia il neon soffiato mantiene un fascino intramontabile e la sua lavorazione è una vera e propria tradizione artistica, incarnata dagli artigiani della comunicazione e radicata nell'immaginario collettivo.